NO al costoso congedo paternità!

Anno dopo anno, a noi tutti vengono detratti dallo stipendio sempre più importi per tasse e assicurazioni sociali. E adesso dovrebbe pure essere introdotto in Svizzera, quale obbligo legale, un congedo statale di paternità di due settimane. Le conseguenze sono una riduzione del salario per tutti i lavoratori (più prelievi salariali), più spese per lo Stato e un maggiore onere burocratico per i datori di lavoro, il che, nel peggiore dei casi, mette a rischio dei posti di lavoro.

Firmate perciò subito il referendum „NO al costoso congedo paternità!“

Mancano ancora 18’000 firme

19.12.19|Media|

Il “Comitato interpartitico contro tasse statali sempre maggiori” dall’8 novembre scorso sta raccogliendo firme per il referendum contro il costoso congedo paternità. L’obiettivo delle firme da raccogliere al momento non è ancora stato raggiunto.