Sempre più detrazioni salariali a tutti per vacanze gratuite per pochi?

1. NO a detrazioni salariali sempre maggiori!

A tutti noi resta sempre meno denaro, perché ci sono sempre più detrazioni per assicurazioni sociali dal salario duramente guadagnato. E adesso gli impiegati e i datori di lavoro dovrebbero versare ulteriori circa 250 milioni di franchi l’anno.

2. NO, perché non è giusto che tutti debbano pagare per pochi!

Con la nuova assicurazione sociale ci saranno maggiori detrazioni salariali a tutti, affinché pochi, quando diventano padri, possano godere di due settimane di vacanze retribuite.

3. NO ad un ulteriore carico delle nostre istituzioni sociali già indebitate!

Il finanziamento a lungo termine delle nostre istituzioni sociali come AVS e AI non è garantito. I premi delle casse malati pesano sulle spalle della popolazione. Il finanziamento delle cure non è assicurato. E ora dovremmo pagare altre assicurazioni sociali per uomini che diventano padri?

4. NO ad un ulteriore carico per PMI e artigianato!

I costi per le nostre PMI e i nostri artigiani sono già altissimi. E ora dovrebbero pagare anche due settimane di vacanze per i neo-papà. Questo distrugge la loro competitività.

5. NO, affinché le grandi multinazionali non possano addossare i loro costi sui piccoli!

Molte grandi multinazionali hanno introdotto spontaneamente il congedo paternità retribuito, perché se lo possono permettere grazie ai loro utili miliardari. Ora vogliono addossare i costi per le loro prestazioni di lusso a noi tutti.

6. NO perché lo Stato non deve immischiarsi ancora di più nelle famiglie!

Madri e padri hanno il diritto di decidere autonomamente come intendono prendersi cura dei propri figli.